shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

News

Gran goal di Vassallo. Pistoiese batte il Pisa e resta in Lega Pro (1-0)

L’Olandesina batte il Pisa per 1-0 e alza le braccia al cielo. E’ salvezza senza guardare i risultati delle altre, che comunque sarebbero stati tutti sfavorevoli. Una salvezza che, come l’anno scorso, arriva nell’ultima giornata e senza passare dagli spareggi. Oggi un solo risultato avrebbe regalato questo verdetto e si chiamava: vittoria. Eppure ai ragazzi di Bertotto capitava in sorte l’avversario più complicato, vuoi per la sua forza, vuoi per il clima da derby vero e come tale imprevedibile. Ottima la risposta del pubblico alla chiamata della Società: quasi tremila presenze e un colpo d’occhio degno dell’importanza della posta. Il goal – partita al minuto 55: Petriccione addomestica un pallone all’altezza dei venti metri, elude una selva di maglie nerazzurre prima di liberare in area Vassallo con un appoggio millimetrico. Il giocatore siciliano controlla alla perfezione prima di lasciare partire un tiro chirurgico che supera l’estremo difensore del Pisa, Brunelli. E’ il primo goal in campionato del talentuoso giocatore, un goal che vale una stagione. Si chiude con questa gara una annata sofferta, che però racconta di una società attenta, che a Gennaio interviene con i correttivi alla rosa, dopo un girone d’andata chiuso a quota 15 punti e decidendo l’avvicendamento alla guida tecnica a quattro giornate dalla fine per non lasciare niente di intentato. Una società che – come ha dichiarato il diggì Marco Ferrari nel dopopartita – può costruire un futuro importante con idee chiare e passione”.

Venendo alla gara, sugli scudi nel primo tempo il portiere Iannarilli (che una speciale classifica lo definisce anche quest’anno il miglior portiere della categoria), che salva in almeno tre occasioni la porta. Al 34′ Ricci, servito da Eusepi di tacco al centro dell’area di rigore, conclude a botta sicura e Iannarilli risponde con un intervento straordinario. Ricci, che l’anno scorso era arancione, avrebbe realizzato un mortifero goal dell’ex. Cinque minuti dopo l’ex Gubbio, sventa una conclusione ravvicinata di Eusepi con un guizzo felino. Al 45′ su una punizione telecomandata di Ricci dalla trequarti serve Eusepi che devia in porta da centro area, Iannarilli dice perentoriamente di “no”. Il Pisa si dimostra formazione molto forte e ben allenata, pur non avendo patemi di classifica e scendendo in campo con alcuni elementi che hanno giocato di meno gioca per vincere. Prima delle tre palle goal degli ospiti, la Pistoiese aveva creato diverse situazioni pericolose nella prima parte del match, dimostrando di aver appreso la lezione di Savona, quando l’approccio fu pessimo. Al 1′ Colombo conclude da distanza brevissima e Brunelli sventa d’istinto. Al 2′ Vassallo imposta e conclude (alto) dopo un bel fraseggio con Sammartino e Colombo. All’8′ Vassalo duetta con Sinigaglia che crossa a Colombo, che in mezza girata non inquadra la porta. La prima frazione si conclude sulla 0-0 e questo risultato avrebbe condannato gli arancioni ai playout. Mister Bertotto aveva impartito l’ordine tassativo di non informarsi sui risultati delle altre, chiedendo alla squadra di vincere la partita. Al 10′ della ripresa arriva il goal che sblocca la partita: lo segna Vassallo, un pallino del Pisa, che per il secondo anno consecutivo e nella stessa porta punisce i nerazzurri. Manca una vita alla fine, ma la Pistoiese amministra la gara con intelligenza e raziocinio. Il Pisa prende il pallino del gioco, ma Iannarilli si sporca una sola volta i guantoni con intervento in due tempi su Eusepi (59′). La palla goal capita invece sui piedi di Mungo, ma Brunelli è bravissimo a intuire e salvare uscendo con perfetta scelta di tempo (85′). Minuti finali con il Pisa che attacca e i 3.000 del Melani che con il fiato sospeso attendono il triplice fischio prima di dare il via ai festeggiamenti.

PISTOIESE (4-3-3): Iannarilli; Antonelli, Pasini, Priola, Sammartino (74′ D’Orazio); Damonte, Petriccione (89′ Proia), Mungo; Sinigaglia, Colombo (77′ Gargiulo), Vassallo . A disp.: Marchegiani, Lanini, Dondoni, Romiti, Merini, Anastasi, Rovini, Niccolai. All. Bertotto.

PISA (4-3-2-1): Brunelli; Avogadri, Crescenzi (45′ Rozzio), Polverini, Forgacs; Sanseverino, Makris, Provenzano (79′ Peralta); Ricci, Tabanelli; Eusepi. A disp.: Bindi, Lisuzzo, Golubovic, Verna, Fautario, Cani, Di Tacchio, Varela, Mannini, Giacobbe. All. Gattuso.

Arbitro: D’Apice di Arezzo. Assistenti: Marco Pancioni di Arezzo e Lorenzo Li Volsi di Firenze.

Rete: 55′ Vassallo.

Note: Tempo variabile, a tratti leggera pioggia. Terreno in perfette condizioni. Ammoniti: Crescenzi, Sammartino, Pasini, Sanseverino, Mungo. Angoli: 5-5. Recuperi: 1+4′. Fuorigioco 3-2 per il Pisa. Falli subiti: 13 a 9 per la Pistoiese.

Spettatori 2.900 circa.