shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

News

Con il Prato un punto … di amarezza (2-2)

Derby dalle mille emozioni, ma alla fine è la Pistoiese a leccarsi le ferite. Non ce l’ha fatta nonostante avercela messa tutta, a far propria una partita che ha un sapore meraviglioso soltanto a vincerla. Al di là dell’incredibile finale: sotto di un goal e da due minuti in inferiorità numerica, il Prato pareggia i conti di una gara in cui per due volte si è trovato sotto, sono altre considerazioni che rendono particolarmente amaro ciò che è accaduto oggi al “Melani”. La squadra allenata da Massimiliano Alvini, oltre a fallire l’appuntamento con il successo che pareva cosa fatta, perde due giocatori importantissimi e titolari inamovibili nell’ottimo girone di ritorno arancione: Damonte (campionato finito dopo uno scontro con Cavagna che gli ha devastato il volto) e Rovini (marcatore principe della squadra e anche oggi in goal (stiramento, prognosi dal mese in su). A proposito di Damonte, grande persona, oltrechè ottimo giocatore, è stato l’emblema della “maledizione” di questo derby. Eppure tutto era cominciato nel migliore dei modi: cornice di pubblico delle grandi occasione. Adesso si dovranno moltiplicare le forze. E’ ricoverato in ospedale e domani ne sapremo di più e comunque sarò in ogni caso necessario un intervento chirurgico. E domenica c’è da far visita alla Maceratese dei miracoli, che oggi ha distrutto la Spal e riaperto il suo campionato e quello del Pisa. La squadra di Alvini scenderà in campo nelle Marche in condizioni fisiche e psicologiche pessime: oltre alle assenze dei già citati Damonte e Rovini, mancherà per squalifica Vassallo (oltre Di Bari, oggi espulso per proteste dalla panchina), che anche oggi è apparso molto importante nell’economia del gioco arancione. A ciò si aggiunga che adesso il calendario della Pistoiese vedrà Colombo e compagni affrontare nelle ultime otto partite le squadre più forti. Il derby, al di là dello spettacolo, è stato come detto molto emozionante. La Pistoiese è passata in vantaggio poco prima della mezzora con Mungo (terzo goal stagionale per l’eclettico centrocampista) su splendida imbeccata di Colombo (anche oggi trascinatore e anima della squadra, nonostante una settima trascorsa alle preso con dei problemi fisici). Il Prato ha pareggiato sul finale di tempo, con Eguelfi, autore di uno splendido tiro a incrociare. Arancioni di nuovo avanti con il solito Rovini (sesto goal stagionale) al primo minuto della ripresa, definitivo pareggio del Prato con Moncini (primo goal nei professionisti, dopo aver in precedenza colpito la traversa e sfiorato di testa il palo).

IL TABELLINO

Pistoiese. Iannarilli, Antonelli, D’Orazio, Damonte (18’ Proia), Priola, Dondoni, Mungo (76’ Anastasi), Perticcione, Rovini (67’ Pasini), Colombo, Vassallo. Allenatore: Alvini. A disposizione: Marchegiani, Lanini, Di Bari, Sammartino, Gargiulo, Sinigaglia, Romiti.

Prato. Rossi, Catacchini, Eguelfi, Gaiola, Ghinassi, Boni, Corvesi (51’ Gabbianelli), Knudsen, Moncini (86’ Benucci), Cavagna, Regolanti (74’ Ogunseye). Allenatore: De Petrillo. A disposizione: Bardini, Chelini, Lucarini, Formato, Ogunseye.

Arbitro: Perotti di Legnano.

Reti:27’ Mungo, 43’ Eguelfi, 46’ Rovini, 84’ Moncini.

Note: giornata poco nuvolosa e ventosa ed evento dedicato alle donne. Prima della gara il Capitano della Pistoiese Corrado Colombo ha depositato un mazzo di fiori sotto la Curva Nord, in ricordo di Marika Innocenti Pratesi, scomparsa esattamente tre anni fa. Sotto la Tribuna Centrale sono state distribuite composizioni di lavanda realizzate dall’azienda “Pollici Rosa”, www.pollicirosa.com, vendita online di fiori, il cui ricavato sarà devoluto alla Associazione “365 giorni donna” di Montecatini Terme, contro la violenza alle donne. Ammoniti: Catacchini, Gabbianelli, Moncini per il Prato; Dondoni, Vassallo, Colombo e Anastasi per la Pistoiese.

Espulsi: 83’ Gabbianelli, 86’ Di Bari dalla panchina. Falli subiti: 19-15 per il Prato. Fuorigioco 2-1 per la Pistoiese. Recuperi: 3+5′. Spettatori 2.000 (11 in curva ospiti) per un incasso di 15.000 Euro.