shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

News

Emozionante visita arancione alla MAiC per gli auguri di Natale

C’era come da tradizione anche la Pistoiese, insieme ad altre realtà sportive cittadine e della provincia e autorità locali, a portare gli auguri di Natale agli assistiti della Fondazione Maria Assunta in Cielo (MAiC) di Pistoia. La rappresentanza dei giocatori, Cagnano, Dossena, El Kaouakibi e Regoli, era accompagnata da Marco Ferrari, Fondatori e Baccelli. È stato un viaggio nella diversità e nell’amore, con la luce, di cui l’atmosfera trasuda, che ha illuminato i cuori. Un viaggio, breve quanto intenso, caratterizzato dalla visita agli ambienti di lavoro e cura, dove la professionalità si sposa con la passione e in cui il sorriso e la gioia prevalgono sulle difficoltà, per superarle. Ad accompagnare la folta delegazione di sportivi negli spazi della bellissima struttura, è stato il presidente della Fondazione, Luigi Bardelli che, con l’entusiasmo che lo accompagna da quasi cinquant’anni, ha introdotto i visitatori verso le varie aree di assistenza e riabilitazione di persone disabili. Lo stupore negli occhi dei visitatori e le facce divertite e comunque serene degli assistiti, anche quelli con disabilità importanti, è stata una pagina in cui l’emozione è risultata grande e vera. Il viaggio è proseguito con la breve cerimonia, brillantemente condotta da Maurizio Tintori, della consegna dei regali: la Pistoiese ha regalato un pallone firmato da tutti i giocatori e i quaderni della linea scuola. Bellissima la “sorpresa” finale: con soddisfazione Luigi Bardelli, accompagnato dall’assistente spirituale della struttura, Don Diego Pancaldo, ha mostrato l’ultimo gioiello sorto nella struttura: la nuova chiesa che sostituisce il piccolo oratorio, inaugurata a Giugno e accessibile a tutti per le celebrazioni liturgiche. Si tratta di una luminosissima aula, impreziosita da una decorazione a mosaico di grande bellezza e suggestione realizzata da padre Marko Ivan Rupnik, gesuita sloveno, teologo docente alla Pontificia Università Gregoriana, nonché artista di fama internazionale. Un vera ricchezza, anche per lo spirito. Rupnik, tanto per capirne lo spessore ha decorato luoghi di culto quali Fatima, Lourdes e Pietralcina. “Questa chiesa sarà nelle guide della città e tra le sue bellezze” – ha profettizzato Bardelli. La delegazione orange e tutte le altre si sono congedate con la gioia nel cuore, per essere stati dolcemente accompagnati nella diversità e nella luce. La Us Pistoiese 1921 ringrazia gli organizzatori per la bella accoglienza e per l’opportunità di potersi ancor meglio avvicinare alla gioia del Natale.