shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

News

Orazio Ferrari: la casa arancione è solida e unita. Presto arriveranno altri giocatori importanti.

Una conferenza stampa fiume quella tenutasi oggi nella sede della Pistoiese, con il presidente Orazio Ferrari che ha parlato a ruota libera. Al tavolo c’era tutto lo stato maggiore societario: accanto al presidente, il diesse Nelso Ricci, l’allenatore Massimiliano Alvini, i dirigenti: Giancarlo Iacoviello, Pietro Baldi e Paolo Gisinti. Presenti all’incontro anche il presidente della Holding Arancione, Andrea Bonechi, il dg Marco Ferrari e il team manager Juri Pucciarelli. Assente per motivi di lavoro, essendo impegnato a Torino, il main sponsor arancione Vannino Vannucci. A proposito dello sponsor, Ferrari ha espresso una serie di elogi: “Uno sponsor importantissimo e generoso, una persona squisita, che onora sempre fino in fino gli impegni. Un partner sempre affidabile e un sostegno sicuro e leale”. E nell’occasione sono stati presentati i neo arancioni: Colombo, Gargiulo e Priola. Un’immagine di solidità e unità di intenti, che emerge dalla parole di Ferrari: “siamo tutti al pezzo e tutti abbiamo sbagliato qualcosa. Eppure come presidente mi assumo per primo ogni responsabilità. Non voglio cercare alibi. Abbiamo serenità perchè siamo consapevoli di aver svolto tutto con grande impegno. Tirando le somme devo dire che non meritiamo questa classifica, tuttavia questa è la realtà con la quale confrontarsi, sapendo che ci sono tutt’ora i tempi e i modi di migliorare. Lavoriamo per correggere gli errori con immutato entusiasmo. Siamo impegnatissimi nel rafforzamento della squadra, in un mercato difficile, in cui ci sono stati giocatori che hanno scelto altre piazze ad ingaggi inferiori rispetto a quello che offrivamo noi. Eppure sono certo che arriveranno giocatori di prim’ordine nei ruoli che servono”. E qui Ferrari racconta alcune situazioni in cui la Pistoiese è stata beffata a un passo dalla conclusione di trattative importanti. E fa anche il nome di un giocatore che domenica ha debuttato con la maglia del Pisa, rivelando che lo stesso ha accettato un’offerta economicamente inferiore per andare in una squadra che punta alla promozione. In ogni caso il massimo dirigente della Pistoiese rassicura: “Prenderemo almeno due giocatori con l’obiettivo di fare il salto di qualità, giocatori importanti, un esterno e una punta”. Intanto il diesse Ricci annuncia la cessione del promettente attaccante Angelo Sancez (98) allo Spezia. Sancez, di origini dominicane faceva già parte della Prima Squadra di Massimiliano Alvini. E così un altro prodotto del vivaio arancione, dopo Mirko Bortoletti (pure lui ’98), passato al Torino, approda in società di categorie superiori. Tutto ciò nonostante un’attività giovanile a fari spenti a causa della grande carenze di strutture. Il direttore sportivo non rivela le proprie mosse, pur sollecitato dalle domande dei giornalisti, ma è esplicito riguardo alle nuove partenze: Lo Sicco, Taddei e Speziale. “Stiamo lavorando per la loro sistemazione. E di questo i giocatori sono informati”. Il presidente della Pistoiese ha informato la stampa di aver inviato una nota in cui si dettaglia l’episodio del secondo goal realizzato dal Pisa, palesemente irregolare, come dimostrato dai fermo immagine a corredo del dossier. “Errori tecnici marchiani e sviste incredibili, sicuramente meritevoli di essere posti all’attenzione” ha detto il presidente orange.