News

La nuova stagione dell’Academy arancione

È ricominciata l’US Pistoiese 1921 Academy, l’attività motoria, ludica ed educativa portata avanti in collaborazione con l’Associazione di promozione sociale Nonna Luisa. Dopo il successo della passata stagione, un “anno zero” denso di soddisfazioni, l’Academy arancione è ripartita forte con gli allenamenti di bambini e bambine nati dal 2011 al 2014 che si svolgono il lunedì e il mercoledì al Centro sportivo Zelari di Chiazzano a partire dalle ore 16. Oltre alle “tate” dell’Associazione Nonna Luisa che si occupano della parte educativa dei piccoli, lo staff tecnico che lavora in campo è formato dall’istruttore Sandro Anichini e da Corrado Colombo, ex capitano della Pistoiese ed ex giocatore professionista. A lui il compito di far crescere calcisticamente tutti i bambini dell’Academy. “È un’esperienza molto positiva perché mi trovo a fare una cosa nuova – spiega Colombo -. Mi piace seguire questi bambini piccoli per aiutarli a crescere nella coordinazione e nella gestione del pallone ma anche per farli divertire. Senza dimenticare la parte educativa: infatti nello spogliatoio li aiutiamo a vestirsi da soli cercando anche di fargli rispettare determinate regole. Per me è una cosa molto stimolante e spero che mi possa essere utile anche in futuro”.

Quello che piace ai genitori della Pistoiese Academy è proprio l’attività svolta che non è basata solo sul calcio e sul movimento ma anche sul rispetto di sé e degli altri. Lo spiegano Andrea Bonechi, presidente della Holding Arancione, e Giancarlo Iacoviello, dirigente della prima squadra della US Pistoiese 1921, che hanno i propri figli nell’Academy. “Incarna il concetto importante di aggregazione sportiva laddove i bambini possono avvicinarsi al mondo del calcio come momento anche ludico – spiega Iacoviello -. Che il progetto stia funzionando si coglie dai sorrisi dei bimbi alla fine della partitella e dai saluti che si scambiano. Si coglie il senso di solidarietà tra di loro che dovrebbe trasmettersi, nel tempo di crescita, anche ai tornei maggiori insegnando l’importante valore della sconfitta: parola non usuale nello sport ma che deve essere colta come spunto di riflessione ed accettazione dei propri limiti per migliorarsi sempre. Infatti il calcio deve essere in primis divertimento. Si lavora per questo: lo sport al centro della comunità che riscopre i sani valori del rispetto e della lealtà”. “L’Academy – aggiunge Bonechi – offre un avviamento al calcio diverso, più integrato con il percorso di crescita di un bambino. Già i più piccoli devono fare da soli tutte le loro piccole cose, accompagnati ovviamente dalle “tate” che li accolgono fin da subito dopo la scuola. E imparano a confrontarsi con il bel tempo e con il brutto tempo, equipaggiati ma pur sempre all’aperto. E i genitori li riprendono al cancello dopo oltre tre ore lavati, stirati e ogni giorno un poco più ometti”.

Tutti gli interessati possono presentarsi al Centro sportivo Zelari di Chiazzano il lunedì e il mercoledì alle ore 16 per conoscere l’Academy oppure telefonare al numero 366/3245868.

 Corrado Colombo e Sandro Anichini (foto Niccolò Parigini)