shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

News

Si chiude con successo la prima settimana dell’Orange Summer Camp. Oggi festa con Manuel Pucciarelli

Si chiude con un bel successo, testimoniato dalla soddisfazione dei bambini, la settimana numero uno del primo Orange Summer Camp della storia della Pistoiese. Gran parte dei bambini che hanno partecipato faranno il bis. E agli stessi si aggiungeranno i tanti ragazzi che hanno scelto di entrare nel mondo arancione la prossima settimana, dal 27 giugno al 1 luglio. Saranno dunque il doppio, rispetto al debutto, i ragazzi che nonostante il caldo torrido si cimenteranno nel programma ludico e sportivo dell’iniziativa. Evidentemente i ragazzi hanno gradito sia l’offerta sportiva, con la divertita partecipazione del capitano Corrado Colombo, che quella di creatività e divertimento. Nel corso del summer camp (e l’esperienza si ripeterà martedì) i ragazzi hanno anche assisto ad una performance di Paolo Fedi, in rappresentanza di “Cuori Arancioni”, gruppo di tifoseria organizzata, 20160624_142941su cosa può significare il senso di appartenenza ai colori. Intanto l’ultimo giorno del camp è stato con il botto: a far visita ai ragazzi è arrivato Manuel Pucciarelli, bomber di serie A, letteralmente preso d’assalto dai bimbi, i quali lo hanno incalzato con domande: come esulti? che effetto ti ha fatto segnare il primo goal in serie A? segnare è ogni volta come la prima volta? E tante altre ancora, per sfamare la curiosità dei ragazzi, ma anche dei grandi. Dopo la conferenza stampa a misura di bambino, condotta dalla poliedrica Giada Ferri, anima e cuore dell’Associazione “Nonna Luisa”, si è tenuto il vero e proprio incontro davanti ai taccuini dei giornalisti, a cui Manuel ha risposto con garbo e simpatia. Anche alla domanda in cui gli è stato chiesto di raccontarci il fratello Juri, team manager arancione: “ha più passione di me e avrebbe potuto sfondare anche come calciatore” – ha detto Manuel. “Arriverà in alto come dirigente” – ha aggiunto Marco Ferrari. Il direttore generale arancione, visibilmente soddisfatto, ha parlato dell’esperienza dell’Orange Summeri Camp: “Raggiungeremo un totale di 60 bambini – ha detto il diggì arancione – al centro del progetto ci sono lo sport e i suoi valori, con un programma di svago. La Pistoiese ha offerto tecnici qualificati, tutti allenatori Uefa B e istruttori Isef del settore giovanile arancione e una associazione qualifica del territorio, per la parte ludica e creativa. Tutto ciò perchè questa 20160624_144259-1iniziativa rientra in quella ben più ambia della creazione di un settore giovanile a 360° a partire dalla scuola calcio” – ha concluso Ferrari. Curioso il fuori programma che ha visto l’intervento a sorpresa del presidente Orazio Ferrari che – prendendo spunto dalla domanda di un bambino se Pucciarelli sarebbe potuto venire alla Pistoiese – abbracciando Pucciarelli ha scherzato dicendo: “vediamo se ce lo prestano per qualche sabato ….”. La parola è infine passata a Giada Ferri: “sono molto soddisfatta – ha detto – i ragazzi si sono divertiti e hanno molto socializzato tra loro, dando sfogo alla creatività”.
E ha mostrato con orgoglio ai giornalisti un meraviglioso subbuteo realizzato dai ragazzi dentro una cassetta della frutta. Alla fine i ragazzi, su idea di Gabriele Terreri, hanno regalato a Manuel Pucciarelli una maglietta della Pistoiese con tutte le loro firme. Nella foto di copertina, i ragazzi che hanno partecipato al camp immortalati con Manuel Pucciarelli e i tecnici Pascali, Baccelli e Anichini (gli altri tecnici del camp sono Capecchi e Barontini). Nelle altre immagini, un momento della conferenza stampa e il subbuteo realizzato dai ragazzi.