shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Stadio

Lo stadio comunale Marcello Melani il 6 dicembre 2006 fu intitolato a Marcello Melani, presidente della Pistoiese dal 1974 al 1984, scomparso il 29 marzo del 2002 che durante la sua presidenza agli orange fece raggiungere l’unica promozione in Serie A. Dall’ottobre 2013, poi, campeggia difronte alla gradinata la scritta Vannucci Piante Stadium dal main sponsor dell’Us Pistoiese 1921 e quale vessillo della città delle piante. Lo stadio fu inaugurato il 25 giugno 1966. L’Us Pistoiese era già in vacanza. Fu perciò organizzata un’amichevole di lusso: Vasco da Gama di Rio de Janeiro – Rappresentativa Toscana. Ciò avvenne in funzione degli ottimi rapporti tra la nazione sudamericana e la città di Pistoia, che ospita in località San Rocco il cimitero monumentale dedicato ai militari brasiliani caduti nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Non a caso anni prima, più precisamente nel 1960, giunse in visita a Pistoia incontrando i giocatori della Pistoiese, il più grande calciatore di tutti i tempi ed all’epoca stella nascente carioca: Edison Arantes do Nascimento, detto Pelè. La prima partita della Pistoiese su questo terreno fu disputata il 7 settembre 1966 in occasione di un’altra amichevole: Pistoiese – Krusevac, città serba dell’allora federazione jugoslava, gemellata con Pistoia. Inizialmente e per molti anni lo stadio ebbe solo due tribune: laterale e gradinata. Solo nel 1980 in occasione della promozione in serie A degli arancioni sorsero le due curve: la Nord nella forma attuale, la “Sud” in tubi Innocenti e di grandissime dimensioni. La capienza dello stadio all’epoca era di 34.000 posti. Nella stagione 80-81 si registrò il record assoluto di incasso per una sola gara: 100.000.000 di lire, in occasione della partita Pistoiese – Juventus. Nel tempo per motivi di sicurezza ed adeguamenti normativi la capienza si è molto ridotta. Per un periodo la “Sud” fu la curva della tifoseria arancione. Il complesso è stato smantellato e riedificato più volte. L’attuale struttura fu inaugurata lunedì 11 ottobre 1999 in occasione della partita Pistoiese – Empoli 2-0, posticipo televisivo di serie B, durante la presidenza di Luciano Bozzi. Le reti arancioni furono realizzate da Fioretti e Colombo. Il 6 dicembre 2006 con delibera dell’Amministrazione Comunale lo stadio fu intitolato a Marcello Melani, come ricorda una discreta targa in plexiglas collocata nei pressi della Tribuna Centrale. Alla cerimonia di intitolazione presieduta dal sindaco Renzo Berti partecipò il CT della Nazionale campione del Mondo, Marcello Lippi, ex calciatore ed allenatore della Pistoiese. Da calciatore Lippi fece parte della squadra che nel 1980 fu promossa in serie A. Melani, scomparso il 29 marzo 2002, fu presidente arancione dal 1974 al 1984 ed al termine della stagione 1979-80 ottenne la promozione nella massima categoria. Adesso la struttura risente dell’usura del tempo e necessità di importanti interventi di manutenzione straordinaria: nella stagione 2012-13, grazie anche all’impegno dell’ammistrazione comunale e la determinazione della Società, l’agibilità si è resa possibile con una drastica riduzione della capienza: 3.000 posti. Da notare che dal 1966 e fino all’estate scorsa esisteva un grande fossato per dividere il terreno di gioco dalla tribune, sia al lato gradinata, attualmente inagibile, sia dalla tribuna centrale. Proprio in questi giorni sono stati abbattuti i muri di recinzione e il fossato è stato riempito di terra ed adesso Pistoia è tra le poche città con uno stadio senza barriere coronando il sogno del presidente della Pistoiese Orazio Ferrari. Altrove si alzano i muri – ha detto qualcuno – e qui è successo l’esatto contrario

bannerstadio