shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

News

Tutto il derby minuto per minuto

Tra un quarto d’ora inizia il derby tra Pistoiese e Prato. Mister Remondina decide una formazione che in qualche modo ricalca quella presentata nella vittoriosa gara di Lucca. Rispetto alla gara contro i rossoneri persa dal Prato, mister Acori decide di inserire la perla Tavano nell’undici titolare. La Pistoiese arriva al match dopo un precampionato lusinghiero e una campagna acquisti importante. PISTOIESE: Feola, Antonelli, Sammartino, Gargiulo, Priola, Boni, Vassallo, Benedetti, Merini, Varano, Rovini. In panchina: Alvertoni, Fedi, Romiti, Colombini, Bicchi, Gyasi, Pandolfi, Colombo, Finocchio, Amlili. PRATO: Melgrati, Catacchini, Antonini, Ghidotti, Cavagna, Martinelli, Romano, De Micheli, Moncini,Tavano, Di Molfetta. In panchina: Saloni, Vannucci, Danese, Benucci, Sobacchi, Bassano, Malotti, Sowe, Oguneseye, Carculo. Arbitro: Marco Guarnieri di Empoli. Ecco che le squadre entrano in campo. Bella cornice di pubblico. La Pistoiese inizia la gara in modo un po’contratto e l’iniziativa è dei pratesi. La squadra di Remondina pare in difficoltá nelle ripartenze. Difficoltà che si manifestano subito.
9′ Da una azione da calcio d’angolo giunge goal con Antonini, che calcia di detro a girare, un goal molto bello, che può ingolosire gli ospiti. I lanieri continuano a attaccare. Servono loro due goal scarto per superare il turno. La squadra di Remondina pare non reagire! E arriva l’uno due: prima Romano poi Tavano annichiliscono gli arancioni. Al 27′ e il 29′ arrivano altri due goal.
27′ gran goal di Romano con un tiro potente e preciso che sorprende Feola
29′ in rete Tavano, cross di Di Molfetta e sinistro al volo.
E sono quattro al 31′ con un tacco di Tavano.
31′ Tacco sontuoso, quasi beffardo da centro area. Feaola si inchina per la quarta volta.
La Pistoiese è annichilita. La qualificazione è praticamente compromessa. Si tratta di una doccia gelata. Peccato, un vero peccato che accada in un modo così arrendevole, contro un avversario significativo, in una gara che per i tifosi va oltre ogni altra. Nella prima frazione c’è ben poco da salvare. La squadra arancione è irriconoscibile rispetto a quella di Lucca e la delusione è cocente per la rivalità e l’importanza del match.
Nel secondo tempo aspettiamo una reazione di orgoglio e certamente Remondina si farà sentire negli spogliatoi.
La ripresa inizia con due cambi, in campo Gyasi e Finocchio. La squadra finalmente pare scuotersi, ma è successo tutto nel primo tempo.
Al 6′ Antonelli su azione da calcio d’angolo impegna severamente il portiere pratese con un bel colpo di testa.
9′ Rovini segna una bel goal con un secco tiro.
Finocchio e Gyasi mostrano buone cose, cresce la spinta di Antonelli, mentre a centrocampo resta di livello soprattutto la prestazione di Benedetti.
Non succede più nulla e il punteggio non cambia, ma resta la brutta figura e un primo tempo da dimenticare. Anzi da ricordare per farne tesoro. Finisce con 1-4 che non avremmo voluto raccontare. Il Prato non ha rubato nulla e passa il turno.