Consegnate stamani le mascherine all’ospedale

Stamattina all’ospedale di Pistoia è andata in scena l’emozione, nel momento in cui una delegazione della Pistoiese ha consegnato alcune centinaia di mascherine a misura di bambino destinate al Reparto Pediatria dell’ospedale San Jacopo ed a due eccellenze del terzo settore: la Fondazione MAiC e l’Associazione Il Sole. Tutto ciò si è reso possibile grazie alla sinergia tra la U.S. Pistoiese 1921 e lo sponsor Valentina’s, che ha prodotto le mascherine, ma soprattutto grazie al successo dell’iniziativa denominata ‘Condividi e Dona’ ideata dall’ufficio marketing arancione che consentiva a chiunque la condividesse nelle proprie ‘storie’ Social di partecipare alla donazione. Alla cerimonia di consegna, tanto semplice quanto emozionante, erano presenti: la direttrice sanitaria dell’ospedale, Lucilla Di Renzo, il direttore di Pediatria, Rino Agostiniani, i rappresentanti della MAiC e del Il Sole. La Pistoiese ha partecipato all’incontro con Marco Ferrari, direttore generale, Fabio Fondatori, club manager, Tommaso Innocenti e Massimo Rosi, ufficio marketing e Stefano Baccelli, ufficio stampa. La consegna è stata effettuata dai calciatori Niccolò Gucci e Pietro Tempesti. La fondazione MAic, per mano di una bimba assistita, ha ricanbiato il dono regalando alla Pistoiese una creazione realizzata dai suoi ragazzi. Prima della consegna, svoltasi nell’atrio dell’ospedale, davanti all’albero di Natale, è intervenuto Fabio Dani, titolare di Valentina’s che, dichiarandosi orgoglioso di aver contribuito come azienda alla donazione, ha espresso vicinanza e solidarietà al personale sanitario alle prese con la terribile emergenza Covid-19 formulando a tutti gli auguri per le prossime festività. Un ringraziamento alla Pistoiese è stato espresso dalla dottoressa Di Renzo, dal dottor Agostiniani e dai rappresentanti della MAiC e de Il Sole. Tutti gli intervenuti hanno sottolineato come più che mai quest’anno debba essere il Natale della solidarietà.

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *