Pistoiese: impegno nel sociale oltre lo sport. Serata con Francesco Ghirelli e Emanuele Paolucci, presidente e segretario generale di Lega Pro

È stata una serata molto interessante, quella che la Us Pistoiese 1921 ha realizzato ieri nella splendida area verde del Pistoia Nursery Campus della Vannucci Piante, sponsor della società da diversi lustri. Si è parlato di sport, ma anche di parità di genere e sostenibilità, con la presentazione di due progetti: uno di Erasmus+ Sport, cui ha partecipato la Pistoiese e l’altro, una idea “green” alla quale la società di Orazio Ferrari ha aderito. Erano presenti i vertici della Lega Pro, con il presidente Francesco Ghirelli e il segretario generale, Emanuele Paolucci. Molto attenta la platea, di oltre 200 persone, appartenente ad un target selezionato, essendo composta da: Istituzioni, governo dello sport, associazioni, sponsor della Pistoiese. Holding arancione e media. È stato il padrone di casa, Vannino Vannucci a porgere il saluto alla numerosa platea, che per le norme anti Covid occupava una vasta area del parco. Vannucci ha sottolineato che non poteva esserci una ripartenza migliore che ritrovarsi così, nel segno dello sport e della solidarietà in vista del centenario della Pistoiese. Ha presentato la serata lo showman Jimmy Canonaco, da poco rientrato dalla Cambogia dove egli stesso ha dato vita ad una iniziativa sociale con la Pistoiese protagonista. Il primo intervento è stato affidato a Giovanni Dolci, che ha indicato brevemente le strategie del mercato arancione: “costruiremo la squadra un tassellino dopo l’atro” – ha affermato. Dopo Dolci è salito sul palco Marco Ferrari, dg della Pistoiese e del progetto clou della serata, per presentare, appunto, Eugeq, “European Cup on the way to Gender Equality”, promosso dalla Associazione Sportiva Dilettantistica “Academy Pistoiese”, che ne è il soggetto no profit applicant. Il progetto gode del patrocinio di Uefa, Ministro delle Pari Opportunità, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Regione Toscana, Provincia di Pistoia, Curia Vescovile, Figc, Coni, Lega Pro, Uisp, Lnd, comuni di Abetone/Cutigliano, Agliana, San Marcello/Piteglio, Pieve a Nievole, Quarrata, Serravalle Pistoiese. Si tratta, ha detto Ferrari: “un sogno che parte da lontano per un valore importante che ha nell’affermazione della parità di genere il filo conduttore, lanciando la sfida al Sindaco di Pistoia, Alessandro Tomasi e all’Assessore della Regione Toscana, Federica Fratoni. Sfida raccolta senza reticenze dai due amministratori, che hanno mostrato entusiasmo per l’iniziativa che, in caso di aggiudicazione da parte delle autorità europee, nel 2021 trasformerà la Toscana e Pistoia, in un centro internazionale per l’affermazione dei diritti, in questo caso quello alla parità di genere, in generale e in modo specifico nello sport. Sullo sfondo di tutto ciò, la nascita nel 2016 della Calcio Femminile Pistoiese che, dopo quasi un secolo di storia è entrata a far parte della famiglia orange. E la storia è comunque il filo conduttore di tutto il progetto, dato che le squadre europee che saranno protagoniste del torneo apparterranno alle città interessate ai cammini storico religiosi che nei secoli hanno visto i pellegrini raggiungere Roma da varie aree europee passando per Pistoia. Tutto ciò sarà ricordato appunto nel 2021, anno Jacopeo con l’apertura della porta Santa della Cattedrale che contiene una reliquia del Patrono portata a Pistoia proprio dai pellegrini. Molto belle e significative le parole espresse da Emanuele Paolucci, segretario generale della Lega Pro, che non solo ha espresso il pieno sostegno all’iniziativa, ma ha anche sottolineato come il connubio tra Europa, sport, storia e parità di genere sia una idea vincente per l’affermazione di valori cui la Lega Pro è portatrice.

Bello anche l’incontro sul palco tra la promessa arancione, classe 2001, Pietro Tempesti e la giovane capitana della Calcio Femminile Pistoiese, Elisa Menchetti. Presenti sul palco anche i due progettisti, i professori, Marco Restano Magazzini e Giacomo Signorini, che hanno offerto il supporto tecnico per presentare la domanda alle autorità europee, nata da una proposta dei dirigenti arancioni, Stefano Baccelli e Fabio Fondatori, per dare ulteriore lustro e visibilità alla Società Femminile, che milita in Serie C ed alla sua attività specie nel settore giovanile. In chiusura è stato trasmesso un bel contributo video di Cristiana Capotondi, vice presidente di Lega Pro che, in caso di aggiudicazione del bando, sarà la presidente del Comitato Tecnico Scientifico. Va detto che la Pistoiese, in ogni caso, unirà alle manifestazioni del centenario, iniziative per favorire la parità di genere.

A seguire sono saliti sul palco i quattro giovani, oltre il portavoce è stato Massimo Rosi, Jacopo Bellantonio, Francesco Viani, Enrico Saladinoche, che hanno presentato la tesi di un master organizzato dalla scuola Universitaria del Real Madrid concernente uno studio sulla comunicazione della Pistoiese, in cui si elabora un progetto green per un modello di sostenibilità ambientale che parta dalle buone pratiche attuate dal club. Ciò prevede l’attivazione di una rete collaborazioni con aziende che si impegnino nella stessa mission, per veicolare in modo efficace la diffusione di una serie di azioni a difesa dell’ambiente. Con questo progetto, che gode del patrocinio dell’Amministrazione comunale – ha detto Rosi –  “saranno portate avanti collaborazioni green, con il coinvolgimento della squadra e beneficio al mondo Pistoiese con obiettivo sociale di un futuro green. Tutto ciò anche come impulso alla tendenza innovativa del club che va anche oltre il campo di gioco”.

E’ infine apparso sul palco il Club Manager Fabio Fondatori, che partendo da un appello alle istituzioni , affichè ogni evento del 2021 sia caratterizzato dal brand Pistoiese e dal colore arancione, ha ricordato commosso due figure modello del mondo orange, scomparse di recente: Roberto Maltinti e Filippo Nesti. “Die persone meravigliose,  – ha detto – che stasera sarebbero qui e che sarebbero stai protagonisti del centenario! A sorpresa Fondatori ha mostrato una polo celebrativa del centenario disegnata proprio da Nesti negli ultimi mesi della sua vita: “sarà prodotta e venduta – ha annunciato Fondatori – ed il ricavato andrà a beneficio delle nuove povertà così come ci sarà indicato dal Sindaco di Pistoia. Molto coomovente anche l’intervento del dottor Leandro Barontini, direttore del reparto terapia intensiva dell’ospedale di Pistoia, che ha ringraziato al Pistoiese per il dono di un ventilatore polmonare che in piena pandemia la società arancione ha donato all’ospedale di Pistoia.

Dopo i vari interventi si è svolta una breve tavola rotonda con Francesco Ghirelli, presidente Lega Pro, che si è molto complimentato per i risultati sportivi e gestionali della Pistoiese, annunciando novità importanti riguardo l’attività giovanile in Lega Pro fin dalla prossima assemblea, Orazio Ferrari, presidente della Us, Andrea Bonechi, presidente della Holding Arancione e Francesco Valiani, capitano della Pistoiese. Si è parlato dei progetti della Lega Pro e degli orange, del futuro del calcio e della Pistoiese, incontrando piena sintonia sia nella progettualità che negli obiettivi tra Società e governo del calcio.

Nella foto: l’intervento di Emanuele Paolucci, vice presidente Lega Pro. Al suo fianco la capitana della Calcio Femminile Pistoiese, Elisa Menchetti.

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi a Davide Zerillo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *