L’ultimo numero dell’anno de L’Arancione

Ecco la versione prenatalizia de L’Arancione. Con i più fervidi auguri di buone feste a tutti i nostri tifosi.

Arancionenum9

Un abbraccio a Mauro Bellugi

La notizia dell’intervento chirurgico cui è stato sottoposto l’ex arancione Mauro Bellugi, apparsa ieri su tutti gli organi di informazione, ha colpito al cuore anche la Pistoiese, che ha avuto l’onore di annoverare il fortissimo difensore tra le proprie fila nel momento più alto della sua storia, Mauro vestì infatti la maglia dell’Olandesina in Serie A, nella Stagione 1980/81. La U.S. Pistoiese 1921 rivolge a Bellugi i migliori auguri di pronta guarigione, rallegrata comunque dall’energia del grande campione, che ha fatto sapere di essere pronto a ripartire con lo stesso spirito indomito che ha contraddistinto tutta la sua vita e spera che possa essere gratificata della sua presenza, per riabbracciarlo, in occasione del centesimo compleanno del club.

Renate – Pistoiese – tra poco qui le fasi salienti

Pistoiese: Perucchini, Salvi, Valiani, Spinozzi, Cesarini, Pierozzi, Solerio, Romagnoli, Chinellato, Simonti, Simonetti.

Inizia la gara.

Sistema di gioco cambiato.  3-4-2-1.

3′ filtrante di Valiani per Chinelllato, anticipato.

6′ tiro in porta per il Renate che con Kabashi dalla distanza calcia debolmente e para Perucchini.

7′  su cross di Valiani Chinellato di testa mette a lato.

9′ Valiani su lancio di Perucchini scatta sul filo del fuorigioco dà a Cesarini che sbaglia da ottima posizione spara sul portiere. Sul prosieguo Valiani calcia e il portiere para a terra.

Rammarico per non aver colto i frutti di un ottimo avvio.

Ammonito Guglielmotti.

14′ cade in area Chinellato sugli sviluppi di un angolo e l’arbitro lascia correre.

17′ punizione pericolosa, una sorta di corner corto di Kabashi attraversa tutta l’area di rigore senza trovare deviazioni.

29′ buona opportunità Renate con Galuppini. Para sicuro Perucchini.

30′ Cesarini impegna dal limite Gemello.

33′  Maistrello svirgola da buona posizione.

37′ Salvi commette un fallo ed è ammonito.

41′ Chinellato è pescato in area da Simonetti e calcia a lato.

Ammonito Possenti.

Finisce 0-0 la prima frazione.

Secondo tempo.

4′ su azione da calcio passa in vantaggio. Mischia in area. Batti e ribatti e risolve Possenti vincendo un rimpallo.

5′ reazione della Pistoiese con Valiani che sferra una gran conclusione che esce a fil di palo.

6′ ancora Pistoiese con Pierozzi che di testa impegna Gemello.

La Pistoiese spinge, ma si espone inevitabilmente. Comunque la reazione c’è.

Fuori Giovenco e Raga dentro Ranieri e Lakti.

19′ Galuppini impegna Perucchini a terra.

20′ gran giocata a centrocampo di Valiani che sviluppa una offensiva che Spinozzi non capitalizza.

27′ grande giocata in area di Maestello che ipnotizza la difesa e segna un gran goal.

Entra Gucci per Simonetti.

Nel Renate fuori Galuppini dentro Maran.

Ammonito Valiani.

Esce Simonti entra Cerretelli.

Ammonito Gucci.

39′ Valiani ultimo ad arrendersi calcia al lato.

Fuori Guglielmotti e Maestrello entrano Sorrentino e Merletti.

43′ grande giocata di Cerretelli, cross in area per Solerio. Calcio di rigore. Trasforma Cesarini.

3′ di recupero.

48′ Gucci ha la palla del pareggio ma la sua conclusione è rimpallata.

La Pistoiese prova gli ultimi generosi attacchi ma il risultato non cambia.

È una sconfitta che lascia molto amaro in bocca.

Consegnate stamani le mascherine all’ospedale

Stamattina all’ospedale di Pistoia è andata in scena l’emozione, nel momento in cui una delegazione della Pistoiese ha consegnato alcune centinaia di mascherine a misura di bambino destinate al Reparto Pediatria dell’ospedale San Jacopo ed a due eccellenze del terzo settore: la Fondazione MAiC e l’Associazione Il Sole. Tutto ciò si è reso possibile grazie alla sinergia tra la U.S. Pistoiese 1921 e lo sponsor Valentina’s, che ha prodotto le mascherine, ma soprattutto grazie al successo dell’iniziativa denominata ‘Condividi e Dona’ ideata dall’ufficio marketing arancione che consentiva a chiunque la condividesse nelle proprie ‘storie’ Social di partecipare alla donazione. Alla cerimonia di consegna, tanto semplice quanto emozionante, erano presenti: la direttrice sanitaria dell’ospedale, Lucilla Di Renzo, il direttore di Pediatria, Rino Agostiniani, i rappresentanti della MAiC e del Il Sole. La Pistoiese ha partecipato all’incontro con Marco Ferrari, direttore generale, Fabio Fondatori, club manager, Tommaso Innocenti e Massimo Rosi, ufficio marketing e Stefano Baccelli, ufficio stampa. La consegna è stata effettuata dai calciatori Niccolò Gucci e Pietro Tempesti. La fondazione MAic, per mano di una bimba assistita, ha ricanbiato il dono regalando alla Pistoiese una creazione realizzata dai suoi ragazzi. Prima della consegna, svoltasi nell’atrio dell’ospedale, davanti all’albero di Natale, è intervenuto Fabio Dani, titolare di Valentina’s che, dichiarandosi orgoglioso di aver contribuito come azienda alla donazione, ha espresso vicinanza e solidarietà al personale sanitario alle prese con la terribile emergenza Covid-19 formulando a tutti gli auguri per le prossime festività. Un ringraziamento alla Pistoiese è stato espresso dalla dottoressa Di Renzo, dal dottor Agostiniani e dai rappresentanti della MAiC e de Il Sole. Tutti gli intervenuti hanno sottolineato come più che mai quest’anno debba essere il Natale della solidarietà.

Incontro della Pistoiese con il Sindaco

È stata una cerimonia sobria, ma bella quella svoltasi stamattina, quando il sindaco Alessandro Tomasi ha voluto rivolgere alla squadra e alla dirigenza un saluto. L’occasione è stata quella dei tradizionali auguri natalizi, ma il particolare clima del momento, sia per l’emergenza sanitaria, che per le vicende esterne che hanno interessato la Pistoiese, ha prodotto il risultato di un incontro particolarmente affettuoso tra il mondo arancione e Pistoia, rappresentata nell’occasione dal primo cittadino.
Nessun microfono, nessun tavolo e poltrona, ma tutto fatto in piedi con grande umiltà e passione.

In apertura ha preso la parola Fabio Fondatori, che ha ricordato alla squadra l’importanza di vestire la maglia arancione nell’anno del centenario di questo simbolo sportivo e soprattutto quest’anno per dare qualche soddisfazione ad una comunità molto provata dagli effetti della pandemia. “Quando scendete in campo – ha detto il club manager- rappresentate 90mila persone, 100 anni di storia e tante persone che in 100 anni hanno dato l’anima per la Pistoiese (tifosi, giocatori e dirigenti). Una comunità segnata da quello che stiamo vivendo ha bisogno di aggrapparsi a dei simboli sportivi positivi come la Pistoiese. Perché la passione è quello che ci rende vivi e ci dà forza per superare le difficoltà”. Il sindaco Tomasi ha subito ricordato l’importanza della Pistoiese, sancito anche dal surplus di gloria che le regala la ricorrenza del secolo di vita. “Per noi e la nostra comunità, per chi sta seguendo la Pistoiese è un anno importantissimo. La Pistoiese è un’azienda ed un vanto per la città. Non posso non dire due cose riguardo a ciò che è accaduto a Andrea Bonechi: è stato un atto vigliacco, anzi non saprei nemmeno come descriverlo. Forse la colpa di Andrea, Orazio e Marco è quella di averci messo passione ogni anno per mandare avanti la Pistoiese. Sono orgogliosi che la Holding sia composta da membri arancioni, che ogni stagione si frugano nel portafoglio e per amore di questi colori sostengono la Società. Non vediamo l’ora di riaprire lo stadio al pubblico e la Curva Nord. Progettiamo il futuro della Pistoiese e della Società, cosa che non si è mai smesso di fare”. Emozionato e felice della vicinanza espressa dal Sindaco, ha preso la parola Ferrari. Il suo è stato un intervento molto accorato. Ferrari ha manifesto la sua gioia di servire la città mandando avanti la Pistoiese e questo sentimento lo porta la sera allo sconforto e la mattina a grandi energie. Il presidente ha mostrato empatia al cospetto della squadra, alla quale ha chiesto il massimo impegno per risalire la china. Insomma ha cercato di trasmettere la sua passione al gruppo e il messaggio è stato forte e chiaro. A quello di Ferrari ha fatto eco Vannino Vannucci, con un intervento altrettanto accorato: “esprimo solidarietà a Andrea Bonechi, che è un amico e un pilastro della Pistoiese. È stato l’artefice del mio ingresso come sponsor ormai quasi trenta anni fa. La mia adesione era ed è non altro che la logica conseguenza del mio attaccamento. Quella passione trasmessami da mio padre che fin dall’età di tredici anni mi ha visto sulle varie tribune dello stadio a fare il tifo per la Pistoiese. Sono orgoglioso – ha chiarito – di aver accompagnato la squadra per tutti questi anni e mi complimento con la Società per come manda avanti il suo progetto, raccogliendo consensi e apprezzamenti a livello nazionale”. Capitan Valiani ha espresso poche ma significative frasi esaltando l’importanza della maglia e garantendo l’impegno assoluto della squadra a risalire la clima. In chiusura Fabio Fondatori ha espresso elogi nei confronti dei media, quanto mai preziosi e che quotidianamente offrono spazio e risalto alle gesta degli arancioni  e cogliendo l’occasione dell’importante evento per ringraziarli della presenza”. La cerimonia si è conclusa con una bellissima foto nello scenario meraviglioso delle logge del Palazzo Comunale, con il Sindaco, i giocatori e la dirigenza, in cui tutti indossavano la maschetina a sancire il momento attuale, questo stano 2020, ma anche la voglia di superare le difficoltà del momento indossando uno strumento di protezione, ma tenendo ben alta testa.

Forza Antonio Zinanni, tifiamo per te!

E’ da un anno che Antonio Zinanni combatte per le conseguenze del grave malore che lo colpì all’improvviso.

La Us Pistoiese 1921 rivolge un pensiero al giornalista di Pistoia Sport e del Corriere dello Sport Stadio e alla sua famiglia che con amore lo sostiene nella difficile battaglia.

In questo momento particolare di angoscia generale a causa della Pandemia è ancora più stringente la vicinanza ad una persona che nella vita ha tanto dato e tanto lottato. Forza Antonio, il grande cuore arancione batte forte per te!

Dal virtuale al reale: l’entusiasmo dei supporter diventa atto di solidarietà

La U.S. Pistoiese 1921 ha il piacere di comunicare che venerdì prossimo, 18 Dicembre, alle ore 10:00, nei pressi del loggiato antistante l’ingresso dell’ospedale San Jacopo di Pistoia, si terrà la cerimonia di consegna di un alto numero di mascherine, griffate Pistoiese e prodotte dallo sponsor Valentina’s. I presidi di protezione saranno destinati al Reparto Pediatria dell’ospedale medesimo ed ai bambini assistiti da due eccellenze del terzo settore: la Fondazione “MAiC” e l’associazione “Il Sole”. Tutto ciò si è reso possibile grazie al grande successo dell’idea di offrire alle persone la possibilità virtuale di regalare una mascherina, attraverso la condivisione della campagna nelle ‘storie’ di ciascuno. Per la precisione, si tratta dell’iniziativa natalizia denominata ‘condividi e dona’, intrapresa dalla Pistoiese attraverso l’attività sui Social Media arancioni e svolta dall’ufficio marketing della Società. Saranno presenti alla consegna i dirigenti dell’ospedale e delle associazioni destinatarie del dono e per la Pistoiese il direttore generale Marco Ferrari, il club manager Fabio Fondatori, il capitano Francesco Valiani ed i dirigenti dell’ufficio comunicazione.

Dimissioni Bonechi. Comunicato della Holding Arancione

La Holding Arancione, riunitasi nella giornata di ieri ha emesso un comunicato rivolto agli organi di informazione, che qui riportiamo integralmente:

“I soci della Holding Arancione, apprese le dimissioni dell’amico Andrea Bonechi, a causa del grave fatto di cronaca che lo ha interessato direttamente, manifestano, incondizionatamente, il  proprio attestato di stima al Presidente. L’auspicio è che tale decisione possa essere ritrattata, perchè le persone che mettono passione e risorse al servizio della PISTOIESE, non possono e non devono, essere oggetto di tali intimidazioni”.

Solidarietà della Pistoiese al dottor Andrea Bonechi

Il presidente della Us Pistoiese 1921 Orazio Ferrari esprime piena solidarietà all’amico e dirigente Andrea Bonechi, al quale è stata recapitata una lettera anonima il cui contenuto lo ha indotto a sporgere formale denuncia alle autorità di Pubblica Sicurezza e a formulare le dimissioni dal suo ruolo di presidente della Holding Arancione. La U.S. Pistoiese 1921 tutta esprime vicinanza al dottor Bonechi, professionista esemplare e vero cuore arancione.

Ecco l’Arancione che accompagna l’Olandesina oggi

Ecco appannaggio di chi purtroppo potrà sostenerci solo da casa, il n. 8 de L’Arancione.

Arancione n.8

© U.S Pistoiese 1921 Srl - Via dello Stadio, 8, 51100 Pistoia (PT) - P.Iva : 01698060470 powered by SUPERNOVA Agenzia di Comunicazione